Page 15 - Bollettino Parrocchiale 2023 Aprile
P. 15

sappiamo nemmeno se lo vo -       una gara di schiaffi* ci ha ribal-  ha permesso di stilare la nostra
          gliamo fare davvero, siamo pic-   tato la vita, oltre che la faccia,  lista di 10 cose da portarci die-
          coli, siamo giovani, siamo fi -   anche questa volta è successa    tro, e quello successivo: acco-
          danzati da poco” (Beh effettiva-  la stessa cosa.                  glierci di fronte a Dio, senza
          mente 10 anni sono pochi ri -     Il corso forse, è stato il pas -  aspettare altri dieci anni o altre
          spet to ad una vita da passare    so necessario per capire che     mille scuse.
          insieme - si è poi giustificato,  effettivamente avevamo lo        *Prima del primo bacio ricordia-
          quando ha visto la mia faccia).   stesso sogno nel cuore, e che    mo il primo schiaffo, perché 10
          La verità è che io mi butto (e    quel so gno non era lì a caso.   anni fa eravamo troppo piccoli e
          spesso batto anche il capo) e lui  È stato il passo successivo per  troppo timidi. E allora il parro-
          invece pensa, e lo fa per en -    desiderare  qualcosa  di  più    co, per farci “dare una sve glia” e
          tram bi; poi come buon anima-     gran de, anche se siamo piccoli,  farci ammettere che forse ci vo -
          tore che continua ad essere, mi   anche se siamo giovani, anche    levamo più bene di due semplici
          serve su un piatto d’argento la   se “non stiamo insieme da tan -  amici, ha indetto una gara di
          riflessione, così con i miei tem -  to…”: un passo in cui l’esempio  schiaffi per poi spedirci in cap-
          pi ci arrivo anche io: sempre     è stato fondamentale. È stato il  pellina e obbligarci, in pratica, a
          con calma e discussione (ovvia-   passo deciso, con cui abbiamo    dichiararci l’un l’altro.
          mente)!                           scelto di scommettere sulla no -
          Alla fine, in macchina dal        stra vi ta con la consapevolezza
          ritorno di un weekend in          che non vogliamo essere “noi         Benedizione
          Valsa con gli animatori, io       due contro il mon do”: molti
          penso, e Davi de questa volta     pensano che lì siano racchiusi         delle case
          si butta: “fac cia molo!”. Se     il romanticismo estremo e l’a-
          avessi guidato io, al corso fi -  more profondo. Io penso che        Da martedì 11 aprile passe-
          dan zati, probabilmente non ci    sia una immensa sciocchezza.       ranno  don  Filippo,  don
          saremmo mai arrivati, per for-    Perché Marta e Filippo, Valeria    Emanuele, il diacono Guido
          tuna lui ha continuato a guida-   e Cesco, Elisa e Mauro, Co stan -  Bonizzi e il ministro straor-
                                            za e Francesco, Giovanna e Da -
          re con la stessa calma con cui                                       dinario per la Comunione
          ha espresso la sua fiducia in     nilo ci hanno fatto scoprire       Franco Pellanda.
                                            quanto è bello invece, essere
          noi, ma soprattutto nel parroco.  “noi due CON il mondo”: per-       Nell'imminenza del passag-
          Ed esattamente come 10 anni fa                                       gio verrà esposto un avviso
                                            fettamente calati in una vita      nell'androne delle case.
                                            che deve essere tutto tranne
                                            che esclusiva.
                                            Il corso fidanzati è stato il
                                            pri mo passo per immagina-
                                            re, in mezzo a questo gran
                                            casino  che  è  la  famiglia,
                                            quella che piano piano vor-

                                            remmo costruire, sem pre
                                            sicuramente con calma e
                                            discussione! Non è stato una
                                            consegna di regole e manuali
                                            per una vita perfetta insieme,
                                            bensì il contrario: la confusione
                                            necessaria per capire chi vo -
                                            gliamo essere, senza la pretesa
                                            di essere perfetti.
                                            È stato il passo concreto che ci


                                                          13
   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20