Page 18 - Bollettino Parrocchiale 2023 Aprile
P. 18

di Annalisa




                                                                                Camminiamo insieme
                                                                                come fratelli in Cristo

             LE PROPOSTE                      Katia nella seconda serata «noi   (parrocchia, diocesi) ma rela-
             DI SUOR KATIA                    cristiani di oggi diventati “mi -  zionali; quindi è necessario co -

                                              no ranza” affidata a dei sa cer -
                                                                                noscersi, entrare in comunione
             C    inque sfide e una richie-   doti che devono dividersi tra     con il piccolo gruppo, ma an -
                                                                                che come i pastori radunare al -
                                              più comunità, dovremmo ripar-
                  sta di disponibilità per
                  una proposta di riforma     tire, riconoscere Gesù co me Gio -  tra gente all’incontro con Cri -
             della Chiesa: ecco i frutti della  vanni e come Pietro o sa re tuf-    sto e infine uscire dalla logica
             seconda tappa del cammino        farsi per andargli incontro».     del “discepolato”: in ventarsi
             sinodale diocesano emersi        «Il futuro della Chiesa» ha       i diaconi della co munione
             da gli incontri di novembre e di -  detto la religiosa «non credo  (non appartenenti al clero, ma
             cembre 2022 con suor Katia       stia in “superpreti” che devono   solo gente comune al servizio
             Roncalli della fraternità “Evan -  fare tutto, ma come prediceva   della fede).
             gelii Gaudium”.                  già papa Ratzinger quando non     Come fare? Suor Katia non ha
             Le serate iniziate con l’invoca-  era neppure ancora cardinale,    la soluzione in tasca, ma crede
             zione allo Spirito Santo erano   in comunità piccole riunite       che, con l’aiu to di Dio, la si pos -
             legate dal titolo “Prendete il   attorno all’Eucarestia per          sa trovare dando la propria di -

             largo: gettate ancora le reti”.  mo strare la vita di Dio».        sponibilità per rispondere alla
             «Gesù» ha detto suor Katia nel   La Chiesa quindi è chiamata       vocazione comune alla fra-
             primo incontro «nota due bar-    a 5 sfide: non deve essere solo   ternità ec clesiale, iniziando
             che ormeggiate a riva e salta    responsabilità del clero di ve -  proprio con una mail da in viare
             sul la barca dove è rimasto Pie -  scovi e preti, ma di tutti; in se -  all’indi rizzo di posta:
             tro e a lui come ad ognuno di    condo luogo non deve essere       camminiamoinsieme23@gmail.
             noi (ancorato alle proprie rigi-  de finita da confini territoriali  com
             dità) dice di “Prendere il largo”,
             di lasciare il porto sicuro, di
             vincere la tentazione di starse-
             ne in pace, di accontentarsi…
             Sappiamo rispondergli come
             fece Pietro: “Sulla tua paro-
             la, io getterò le reti?”. Sco pri -
             remo solo così l’abbondanza
             del nostro Dio: solo con lui le
             reti si riempiono, la nostra vita
             prende senso».
             «Come gli apostoli dopo la mor -
             te di Gesù» ha spiegato suor


                                                             16
   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23